News - Venatoria

News - Venatoria (9)

Sabato, 20 Maggio 2017 08:31

CONTROLLO SANITARIO FAUNA SELVATICA

Scritto da

In allegato trovate la comunicazione pevenuta dalla A.S.L. Servizio Veterinario, relativa ad un incontro che ha per tema "Presentazione del piano regionale per il controllo sanitario della Fauna Selvatica".

Giovedì, 14 Aprile 2016 08:00

E' STATO PUBBLICATO IL CALENDARIO VENATORIO

Scritto da

E' stato pubblicato il Calendario Venatorio per la stagione 2016-2017.

Lo trovate in allegato.

 

Mercoledì, 02 Dicembre 2015 11:36

APPROVATO IL DISEGNO DI LEGGE SULLA CACCIA

Scritto da

      La Giunta Regionale, nella seduta del  30 novembre u.s., ha approvato il disegno di legge sulla caccia presentato dall’Assessore Ferrero.

      Nell’apprezzare l’impegno ed il lavoro svolto dall’Assessore e dai suoi collaboratori , crediamo fermamente nel valore del confronto di idee e programmi tra tutte le parti interessate alla caccia; da questo trae alimento la democrazia, matura la società, si consolida la comunità.

      In particolare apprezziamo l’introduzione di elementi di trasparenza, al fine di garantire chiarezza e giusta rappresentatività ai diversi portatori di interesse all’interno degli organismi deputati al governo dell’attività venatoria e del territorio.

      Occorre procedere sulla strada di un rinnovato rapporto tra società, istituzioni ed economia.

     

      Desideriamo ribadire il nostro impegno ad accrescere, dove possibile, l’efficienza del Disegno di Legge, valorizzando le risorse e le competenze, proponendo eventuali modifiche migliorative ed il tutto nel rispetto di una pratica di attività venatoria compatibile con il territorio e l’ambiente.

 

 LA PRESIDENZA REGIONALE

Venerdì, 25 Settembre 2015 11:19

Stagione Venatoria 2015-2016 per ZPS, SIC e Aree Contigue

Scritto da

Il Calendario Venatorio della Regione Piemonte prevede l’apertura della caccia a Fagiano, Lepre, Minilepre, Coniglio selvatico e Cinghiale, ANTICIPATA AL 27 SETTEMBRE 2015 (DOMENICA).

Nei SIC e nelle AREE CONTIGUE alle Aree Protette l’apertura è prevista per il 27 SETTEMBRE.

Nelle ZPS invece, secondo la normativa vigente (Misure di Conservazione – Rete Natura 2000 - testo coordinato con modifiche apportate dalla DGR 22-368 del 29/9/2014 – art 8 capo II), è VIETATO effettuare l’apertura dell’attività venatoria in data antecedente al 1° ottobre.

Per quanto riguarda il SIC e ZPS IT 1180004 “GRETO DELLO SCRIVIA”, ( il cui gestore è la Provincia di Alessandria), si applica IL DIVIETO  di cui all’art.8,  pertanto il primo giorno utile per la caccia è sabato 3 ottobre. 

I confini del SIC E ZPS IT 1180004 “GRETO DELLO SCRIVIA”, per quanto riguarda l’ATC AL3 SONO STATI DELIMITATI con appositi cartelli.  

La cartografia del SIC e ZPS IT 1180004 “GRETO DELLO SCRIVIA”, è SCARICABILE  qui a fondo pagina in formato PDF.

Di seguito, dettagliate specificazioni  per quanto attiene l’apertura della caccia nelle ZPS ed Aree Contigue alle Aree Protette Parco Po e Orba

 

27 settembre 2015 domenica:

Caccia chiusa in tutto il territorio delle ZPS (anche “Greto dello Scrivia”)

La caccia è aperta nelle porzioni di Area Contigua Parco Po e Orba (esterne alle ZPS) di seguito elencate:

- territorio dell’Area Contigua in comune di Castelnuovo Scrivia (ATC AL 3), caccia aperta per i soli residenti a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale;

- territorio dell’Area Contigua zona Rio Anda nei comuni di San Salvatore, Lu, Mirabello e Valenza (ATC AL 1), caccia aperta per i soli residenti a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori;

- territorio dell’Area Contigua in comune di Pecetto di Valenza (ATC AL 1), caccia aperta per i soli residenti a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori;

- territorio dell’Area Contigua in comune di Bassignana/loc. Piano del Casato e nei comuni di Bassignana e Rivarone, loc. a monte del ponte sul Tanaro (ATC AL 2), caccia aperta per i soli residenti a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

Nel territorio libero, al di fuori delle Aree Contigue e delle ZPS (anche “Greto dello Scrivia”), caccia aperta limitatamente a fagiano, lepre, minilepre, coniglio e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

 

28 settembre 2015 lunedì:

Caccia chiusa in tutto il territorio delle ZPS (anche “Greto dello Scrivia”);

Caccia chiusa nelle porzioni di Area Contigua esterne alle ZPS indicate per il 27 settembre 2015;

Nel territorio libero, al di fuori delle Aree Contigue e delle ZPS, caccia chiusa a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

 

30 settembre 2015 mercoledì:

Caccia chiusa in tutto il territorio delle ZPS (anche “Greto dello Scrivia”);

La caccia è aperta nelle porzioni di Area Contigua (esterne alle ZPS) indicate per il 27 settembre

2015, limitatamente a fagiano, lepre minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

Nel territorio libero, al di fuori delle Aree Contigue e delle ZPS, caccia aperta limitatamente a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

 

1° ottobre 2015 giovedì:

Caccia chiusa in tutto il territorio delle ZPS (anche “Greto dello Scrivia”) e Aree Contigue;

Nel territorio libero, al di fuori delle Aree Contigue e delle ZPS, caccia chiusa a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico, cinghiale e caccia chiusa ai migratori

 

3 ottobre 2015 sabato:

Caccia aperta in tutto il territorio delle ZPS e Aree Contigue limitatamente a fagiano, lepre,minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

Caccia aperta nel SIC E ZPS IT 1180004 “GRETO DELLO SCRIVIA”  limitatamente a fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico e cinghiale e caccia chiusa ai migratori.

 

4 ottobre 2015 domenica:

Caccia aperta in tutto il territorio delle ZPS e delle Aree Contigue e nel  SIC E ZPS IT 1180004 “GRETO DELLO SCRIVIA” A TUTTE LE SPECIE DEL CALENDARIO VENATORIO, migratori compresi.

 

ATTENZIONE

- nelle ZPS è vietato l’uso di munizioni contenenti piombo, anche nella caccia e negli interventi selettivi sul cinghiale;

- nelle Aree Contigue la caccia è consentita ai soli residenti nei Comuni della singola Area Contigua e dell’Area Protetta cui si riferisce;

- nelle ZPS è vietato l’impiego di cani in numero superiore a 4 in battuta e braccata

La giunta regionale ha approvato l'apertura della stanziale il 27 settembre 2015 !!!

A breve comunicazione ufficiale ..

Mercoledì, 26 Agosto 2015 02:38

APERTURA STAGIONE 2015 - PROPOSTA ARCICACCIA

Scritto da

La Presidenza Regionale dell’ARCI Caccia, a seguito di nostra richiesta, ha incontrato lunedì 24 agosto 2015 l’Assessore Regionale all’Agricoltura, caccia e pesca Giorgio Ferrero, al fine di esaminare la possibilità di apportare significativi miglioramenti al Calendario Venatorio Regionale 2015/2016.

Abbiamo evidenziato come l’ultima stesura del Calendario Venatorio, redatta a seguito dell’Ordinanza del TAR a cui la Giunta Regionale si è adeguata, lungi dall’aver risolto i problemi, li ha ulteriormente complicati in quanto stabilisce aperture differenziate alla fauna stanziale per giorni e per specie.

Questo dimostra come sia stato un grave errore promuovere un ricorso al TAR da parte delle altre Associazioni Venatorie contro la Regione, nonostante la dichiarata disponibilità dell’Assessore Ferrero ad apportare modifiche alla prima stesura del calendario venatorio.

Come ARCI Caccia abbiamo scelto la via del confronto di merito con l’Assessore e nell’incontro di lunedì 24 agosto gli abbiamo ribadito le seguenti proposte di modifica:

 

  1. Conferma dell’apertura anticipata della caccia alla tortora da appostamento temporaneo nelle giornate del 2,5 e 6 settembre qualora deliberata dai Comitati di Gestione degli ATC e CA.
  2. Apertura generale alla specie cinghiale, fagiano, lepre, minilepre, coniglio selvatico domenica 27 settembre.
  3. Conferma del prelievo venatorio della fauna tipica alpina dal 4 ottobre al 30 novembre compresa la pernice bianca.
  4. Prolungamento fino al 31 dicembre del prelievo della specie fagiano senza obbligo di piani numerici di prelievo predisposti da ATC e CA.
  5. Prolungamento fino alla seconda domenica di dicembre della specie lepre comune, minilepre e coniglio selvatico.
  6. Riportare la possibilità di prelievo annuale della specie beccaccia a n. 10 capi.

 

Come Presidenza Regionale ARCI Caccia abbiamo chiesto all’Assessore Ferrero di esercitare direttamente tutto il peso politico e di governo regionale nei confronti dell’ISPRA, al fine di far comprendere la sostenibilità e la ragionevolezza della proposta di modifica, affermando altresì una condizione paritaria tra le diverse Regioni in materia di prelievo venatorio.

Ringraziamo l’Assessore per l’incontro che ci ha concesso e per il confronto serio e costruttivo che si è realizzato; naturalmente ci attendiamo che le proposte avanzate da ARCI Caccia vengano accolte e che la Giunta Regionale approvi una nuova delibera che modifichi e integri il Calendario Venatorio Regionale 2015 – 2016.  

  

 

                                                                                              La Presidenza Regionale

                                                                                              ARCI Caccia del Piemonte

 

 

 

Alessandria, 25 agosto 2015

Martedì, 04 Agosto 2015 10:22

CONSIDERAZIONI ARCICACCIA

Scritto da

CALENDARIO VENATORIO ANCORA DA CAMBIARE

La Giunta Regionale, recependo l’ordinanza del TAR, il 31 Luglio ha approvato un nuovo calendario venatorio che è largamente non condivisibile.
E’ stato il ricorso al TAR promosso da Federcaccia e da altre associazioni venatorie che ha prodotto questo risultato.
Rifiutando il confronto e imboccando la via dello scontro con l’Istituzione regionale è stato fatto un danno grave a tutti i cacciatori piemontesi, a qualsiasi associazione appartengano.
La disponibilità più volte dichiarata dall’Assessore Giorgio Ferrero ad approvare significative modifiche al calendario del 13 Aprile 2015 e confermata nell’incontro al tavolo di concertazione a cui hanno partecipato ARCICACCIA, AMBIENTALISTI E ASSOCIAZIONI AGRICOLE, deve ora tradursi in una delibera che approvi un nuovo calendario venatorio che consenta l’apertura generale della caccia il 27 Settembre alle specie FAGIANO-LEPRE COMUNE-MINILEPRE-CINGHIALE-QUAGLIA-COLOMBACCIO e confermi l’apertura anticipata alla TORTORA, possibilmente concedendo più giornate rispetto a quelle ora fissate, oltre che ai corvidi. Per quest’ultima specie è necessario mettere in atto strategie di contenimento più efficaci.
ARCICACCIA ribadisce le proprie valutazioni e chiede all’Assessore Ferrero di riportare equità nel trattamento di tutti i cacciatori nel pieno rispetto della legge. A questo scopo abbiamo già richiesto un incontro con l’Assessore, con l’auspicio che l’ordinanza del TAR non infici il percorso di dialogo e confronto che noi abbiamo voluto sostenere anche in difformità dalle altre associazioni, per le quali, ribadiamo, permane il massimo rispetto.
Purtroppo non registriamo un analogo atteggiamento da parte di FEDERCACCIA, che, da mesi porta attacchi scomposti ed insulti ad ARCICACCIA e ai suoi dirigenti, dimostrando una grave miopia politica ed una mancanza di strategia utile e necessaria a far avanzare un progetto di unità del mondo venatorio, oggi più che mai necessario.
Questi attacchi e persino denigrazioni, non ci preoccupano, ce ne faremo una ragione…..; siamo convinti che i cacciatori capiranno che, ragionando ed agendo con razionalità, si opera nel loro interesse.
Il processo unitario va perseguito, ma non a scapito dei propri valori fondanti; un minimo di ragionevolezza e di rispetto per le idee altrui, soprattutto quando possono portare a risultati migliori, sarebbe auspicabile, ma tant’è quando si imbocca la strada della conflittualità, nascondendosi dietro il paravento dell’apoliticità, è difficile far prevalere la ragione sulla pancia… ed è facile cadere su posizioni virtuali che sono solo nella mente di chi scrive i proclami e i “decreti”…

La presidenza Regionale Arcicaccia